"Ma Carnilove non sarà troppo proteico per il mio cane?" | Ticinese Petfood
64558
post-template-default,single,single-post,postid-64558,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,vertical_menu_outside_paspartu,side_area_uncovered_from_content,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
carnilove product

“Ma Carnilove non sarà troppo proteico per il mio cane?”

“Ma Carnilove non sarà  troppo proteico per il mio cane?”

Alcuni nostri clienti nutrono dubbi sul livello di proteine presenti all’interno dei prodotti Carnilove. In realtà , il tenore proteico di un alimento di per sé non ha molto significato per valutare se un alimento è adatto al proprio cane. È una semplice questione di numeri e ve lo dimostriamo con un esempio pratico:

Cane da 15 kg/media attività  (dosaggi reali):

CARNILOVE (37% proteine): 160 g al giorno -> che significa: 160×37%= 59 g al giorno di proteine

SUPER PREMIUM TIPICO (26% proteine): 200 g al giorno -> che significa: 200×26%= 52 g al giorno di proteine

CARNILOVE (24% carboidrati*): 160 g al giorno -> che significa: 160×24%= 38 g al giorno di carboidrati

SUPER PREMIUM TIPICO (45% carboidrati*): 200 g al giorno -> che significa: 200×45%= 90 g al giorno di carboidrati

Come si può vedere dai numeri in grassetto sopra riportati, la differenza sostanziale sta, più che nelle proteine (il cui divario è pressochè trascurabile, solo 7 g al giorno in più) nei carboidrati ingeriti (più del doppio con un alimento Super Premium tipico), a tutto vantaggio della salute del cane.

I carboidrati sono, secondo molte ricerche di nutrizione canina, semplici calorie vuote (anche il National Research Council afferma che i carboidrati rappresentano una fonte energetica economica nell’alimentazione del cane); e questo ha una spiegazione anche dal punto di vista evolutivo, in quanto i canidi in natura si sono specializzati a trarre il massimo nutrimento da una dieta da predatore composta quasi esclusivamente da carne, e quindi ricca di proteine e grassi. Ne consegue che i cani non hanno alcun fabbisogno alimentare in carboidrati, ma grazie alla loro incredibile adattabilità si sono adeguati, negli ultimi 30/40 anni (con l’avvento dell’alimentazione commerciale basata principalmente sul riutilizzo dei sottoprodotti dei cereali), ad una dieta ricca di carboidrati, pur non essendo l’ideale. Questo ha però avuto un prezzo, in termini di salute: l’eccesso di carboidrati alimentari è infatti il principale indiziato delle più comuni patologie metaboliche della popolazione canina di oggi (sovrappeso, diabete, insulino-resistenza).

Nella composizione analitica di un alimento, carboidrati, grassi e proteine sono interdipendenti tra loro e quando uno aumenta l’altro necessariamente scende: quindi più proteine vuole dire meno carboidrati, un vantaggio non da poco per la salute del cane!

[* = la % dei carboidrati (o più precisamente gli NFE), la cui dichiarazione non è obbligatoria, sono facilmente calcolabili con la formula 100 – % umidità  – % proteine – % grassi – % fibra – % ceneri].

Per ulteriori approfondimenti o dubbi a riguardo, scriveteci pure una e-mail a info@laticinese.it, oppure chiamateci allo 0382/573789

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.